SINNOS è un emozionante viaggio nelle istituzioni.
Il format, ideato nel 2016 da Marco Deplano, coniuga divulgazione scientifica e intrattenimento.

Dal 2021 prende vita anche l’Associazione Culturale “SINNOS”.

Oggi il Progetto gode della presenza di migliaia di visitatori unici, curiosi di scoprire un mondo finora inesplorato dal grande pubblico. Un mondo vasto e vario, che spesso appare distante dalle persone per la complessità delle sue parole, inaccessibile nei riti e nelle procedure. Anche per questi motivi le scelte dei principali decision maker, italiani ed europei, appaiono spesso impopolari. Perché non sono facili da comprendere.
SINNOS rompe la regola dell’esclusività e fornisce ai non addetti ai lavori gli strumenti che servono per cogliere le opportunità che provengono da una conoscenza completa della macchina delle istituzioni in tutti
i suoi ingranaggi.

Grazie alle professionalità di Alessandro Congiu e Jacopo Cocco, soci fondatori dell’Associazione insieme a Marco Deplano, SINNOS condivide decine di contenuti sui principali fatti che riguardano le istituzioni.

È una finestra affacciata su una realtà ricca di segreti, tesori e curiosità legate a politica, arte, diritto, storia.
Raccontiamo le istituzioni: quali sono, come funzionano, perché sono importanti per tutti i cittadini.

Potete trovare materiali gratuiti sulla pagina Facebook e sul canale Youtube.
Non solo divulgazione: SINNOS realizza anche materiali interattivi e percorsi dedicati alla formazione, informazione, orientamento e aggiornamento, costruiti in base alle esigenze specifiche dei propri utenti:
studenti e docenti ma anche pubbliche amministrazioni e imprese. Se volete saperne di più e restare in contatto con l’Associazione, visitate la sezione compilate il form dedicato o scrivete direttamente a sinnos@marcodeplano.com .

Presidente – Marco Deplano

Vicepresidente – Alessandro Congiu

Segretario e tesoriere – Jacopo Cocco

Sede legale Associazione Culturale “SINNOS”

viale Marconi n.4

c.a.p. 09131

Cagliari

IL DOCUMENTARIO

Con il patrocinio del Consiglio Regionale della Sardegna